• 01

logo dolce da favola

Biscotti di Pà coniglio
glassati color arcobaleno

Assapora le golose frolle di Bosco Magico, tra un tuffo nella natura e il piacere delle emozioni sincere.

 

favola border sxLa favolafavola border dx

Q reduesta è una storia di Bosco Magico e parla di Pà Coniglio che inseguendo l’arcobaleno trovò qualcosa di veramente prezioso.
“Sveglia!”
Il sole era appena sorto e Pà Coniglio stava già mettendo sull’attenti tutti i suoi coniglietti: Codotto, Pelliccia e Batuffolo. Era il primo giorno di scuola a Bosco Magico e il professor Tasso non ammetteva ritardi.
Pà Coniglio sapeva come convincere i suoi cuccioli a balzare fuori dal letto: bastava socchiudere la porta della stanza e il profumo dei biscotti appena sfornati li avrebbe guidati fuori dal letto in un secondo.
Pà Coniglio era un bravo pasticcere e amava aiutare Mà Coniglio nelle faccende di casa.
Come previsto, Codotto, Pelliccia e Batuffolo arrivarono con il naso puntato all’insù, inseguendo quel delizioso aroma.
Morsi, briciole, sguardi felici, che bello iniziare la giornata così!
“Presto inizia la scuola!”  esortò Pà Coniglio.
I coniglietti si incamminarono, ma il viaggio attraverso Bosco Magico riservava sempre tante sorprese. C’era Picchio il Timido da salutare. Picchio parlava solo a colpi di becco sul tronco. Per capire la risposta ci vollero però cinque minuti! Procedendo per la strada, incrociarono Volpastuta.
Stava scegliendo se andare a caccia di frutta o visitare la fattoria di quel contadino di cui non è che fosse proprio amica.
Vedendo i tre coniglietti trafelati li chiamò: “Ehi, ragazzi, dove vi porta tutta questa fretta?”.
“A scuola. Il professor Tasso starà già facendo l’appello”.
“Sicuro, ma aiutatemi, basterà poco. Quali frutti maturi avete visto qui nei dintorni? Ho una fame!”
“Mele! Pere! Uva! Nocciole!”

risposero i fratelli.
“E dove sono?” chiese Volpastuta. “Laggiù, dove il sole nasce” disse Batuffolo.
All’improvviso, quando i coniglietti erano proprio in mezzo a una radura, ecco un tuono, un fulmine e la pioggia scrosciante. I fratellini si nascosero là dove c’era una grotta. Pioveva forte e tremavano dalla paura, ma abbracciati insieme sentivano caldo e così, in attesa che passasse il temporale, si addormentarono.
Nel frattempo il professor Tasso, che era un tipo preciso e si stava domandando già da un po’ dove fossero Codotto, Pelliccia e Batuffolo, mandò un messaggio a Pà Coniglio tramite Spiccio il Piccione.
Pà Coniglio, preoccupato, si precipitò fuori e nonostante la pioggia iniziò a correre per la strada sollevando schizzi e fango. Incontrò Picchio il Timido e dopo cinque minuti di Toc – toc – tooooc, ebbe la sicurezza che i suoi figlioli erano passati di lì. In un cespuglio, scorse anche Volpastuta con i baffi zuccherosi di frutta che aprì un mezzo occhio per dire che sì, li aveva visti e di continuare per quella strada. Poi nessun’altra traccia: la pioggia aveva lavato via ogni odore. Le nuvole si diradarono e lasciarono filtrare i raggi del sole. Un arcobaleno si disegnò in cielo puntando verso la radura. Pà Coniglio aveva fiducia nei segni della natura. Si diresse prontamente nel punto indicato dall’arcobaleno che, come dicono le leggende, svela dove si trova un tesoro e proprio là, nella grotta, ritrovò i suoi piccoli ancora addormentati.
Da allora le mattine di Codotto, Batuffolo e Pelliccia erano allietate dai biscotti glassati con i colori dell’arcobaleno, per ricordare quanto fosse prezioso l’amore che li univa.

La ricetta

difficolta1 
Difficoltà 

tempo
Preparazione: 
30 min. a mano / 20 min. con mixer 

cottura 
Cottura:
10/12 min. 


porzioni rev
Dosi per:
circa 50 biscotti 


Ingredienti per i biscotti

300g di farina 00
200g di burrro freddo
130g di zucchero 
3 tuorli
la scorza di 1 limone
1 cucchiaino di Aroma Naturale in polvere al gusto di Vaniglia Torta Natura
1 cucchiaio di acqua fredda
un pizzico di sale


Per decorare

Matite Gel Rebecchi


Come si prepara

Disponete la farina a fontana e aggiungete il burro a pezzetti nel mezzo. Sbriciolate velocemente con le mani fino ad ottenere un composto granuloso. Aggiungete gli altri ingredienti e continuate ad impastare fino ad ottenere una palla omogenea. Se utilizzate un mixer frullate velocemente farina e burro, aggiungete gli altri ingredienti e continuate a frullare fino a quando si formerà una palla omogenea. Avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigo per circa 30 minuti. Stendete l’impasto su un piano infarinato fino ad ottenere uno spessore di 4mm circa. Tagliate i biscotti con gli appositi stampini, disponete su una teglia ricoperta con carta forno e cuocete a 180° per 10 /12 minuti. Lasciate raffreddare e decorate con le Matite.

cameo volpe

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta